Covid, preocupación por Gran Bretagna sulla nuova Centaurus variant: cosa sappiamo

Stando a quanto dichiarato dai virologi, questa mutazione di Sars-CoV-2 sembra avere a contagiosità ancora più elevata di quella di Omicron 5

Iscriviti alla nostra newsletter per restare semper aggiornato

Omicron BA.2.75, prima nota come “variante indiana” y ora ribattezzata “Centaurus”, sta sollevando parecchia preoccupazione nel Regno Unito, dove i casi stanno aumentándose rapidamente. Questa mutazione del coronavirus è stata scoperta in India all’inizio di maggio e da allora la sua presenza è stata rilevata in una decina di Paesi. Tra questi ci sono il già citato Regno Unito, Australia, Germania e il Canada. Stando a quanto dichiarato dai virologi, Centaurus sembra avere a contagiosità ancora più elevata di quella di Omicron 5, tanto che il 7 luglio il Centro europeo per la prevent e il controllo delle malattie (Ecdc) l’ha definita una “variante da monitorare” . Inoltre, potrebbe essere associata a malattie più gravi, anche se i dati su questo aspetto della mutazione di Sars-CoV-2 sono ancora deboli.

Las numerosas mutaciones de Centaurus

profundizando



Covid, nueva variante de India: cosa sappiamo di Omicron BA.2.75

Come riporta il Guardian, i virologi sono stati allertati dal maggior numero di mutazioni present in BA.2.75 rispetto a BA.2, dalla quale è probabile che si sia evoluta. “No sono tanto le singole mutazioni, quando il loro numero a preoccuparci”, ha dicho Tom Peacock, virologo dell’Imperial College London, che era stato il primo a identificare Omicron come potenziale problema nel Novembre del 2021. effetto di così tante mutazioni insieme ”, ha añadido. If tratta di “un quadro che conferisce al virus una sorta di proprietà jolly in cui la summa delle parti potrebbe essere peggiore di ciascuna di esse. Sicuramente Centaurus è un candidato potencial a sostituire BA.5”. También existe la posibilidad de tratti della “variant di una variant”.

VOZ DEL CIELO

Covid e vacanze, quali rimborsi se si è positivi

Le preoccupazioni dei virologi derivano anche dal fatto che in Inghilterra ci sono circa 3 milioni di adulti che non hanno mai ricevuto nemmeno una dose di vaccino anti-Covid. Il gobernador sta cercando di affrontare il problema, chiedendo agli enti specializzati di intensificare gli sforzi per convenre gli indecisi e chi ha semper guardato con sospeto alle inoculazioni a changee idea.

Secondo il dottor Stephen Griffin, virologo dell’Università di Leeds, oltre alle vaccinazioni bisognerebbe anche pensare a un piano a longo finishs per prevente i contagi e the reinfezioni. Tra le possibilità elencate dall’esperto c’è la creazione di ambienti in cui è difficile che il virus circoli, grazie alla presenza di sistemi che filtrano o sterilizzano l’aria.

.

Leave a Comment